Diritto di recesso

Diritto di recesso

In esecuzione del disposto del D. Lgs. 185/99 di attuazione della direttiva 97/7/CE relativa alla protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza, il Cliente può restituire il prodotto acquistato ed ottenere il rimborso della somma di acquisto effettivamente pagata.

 

Il diritto di recesso può essere esercitato entro il termine di 10 giorni lavorativi dal ricevimento del prodotto con le seguenti modalità:

 

1. Il cliente provvede ad inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno a UNION JACK S.r.l. La comunicazione può essere inviata, entro lo stesso termine, mediante telegramma o e-mail. all'indirizzo shop@union-jack.it.

 

2. Il Cliente viene successivamente contattato dal corriere per la presa in carico del reso.

 

La restituzione del prodotto dovrà aver luogo nel termine di 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della Comunicazione di recesso.

Il rimborso del prezzo pagato per l'acquisto del prodotto non comprende le spese di spedizione, che sono a totale carico del Cliente che intende recedere dall'acquisto.

 

Nel caso in cui il Cliente rispedisca prodotti danneggiati, non riconsegnati entro il termine di cui sopra, aperti e/o parzialmente utilizzati, non imballati regolarmente o in maniera completa, oppure nei quali manchino o siano state danneggiate determinate parti, come componenti, elementi, accessori, materiali da imballaggio, scatole, documentazione e/o altri oggetti, il diritto di recesso decade integralmente. Nei casi sopra indicati, UNION JACK S.r.l. provvederà a restituire al Cliente il bene acquistato addebitando allo stesso le spese di spedizione.

 

Con le limitazioni sopra citate, UNION JACK S.r.l. rimborserà l'importo effettivamente versato dal Cliente entro 30 giorni dalla comunicazione di recesso mediante nota di accredito sul conto bancario.

 

Diritto vigente e foro competente

 

La vendita di prodotti e/o prestazioni di servizi avviene nel territorio dello Stato Italiano ed è sottoposta alle leggi vigenti nella Repubblica Italiana. Foro competente per la risoluzione di qualunque controversia sarà quello previsto dalla legislazione italiana vigente nel momento della conclusione del contratto.